A SCANDICCI L’INTEGRAZIONE DEI MIGRANTI PASSA PER LA CURA E LA SICUREZZA DELL’AMBIENTE – CRI in Festa

By |2018-04-04T18:12:09+00:00maggio 20th, 2015|NOTIZIE|

Nei giorni scorsi la CRI di Scandicci ha siglato un passaggio nuovo ed importante nel percorso di accoglienza ed integrazione dei migranti. Grazie ad una Convenzione firmata dal Comitato Locale con il Comune e la Cooperativa “Il Cenacolo”, è stato attivato il Progetto “Cittadini del mondo-Scandicci Si cura”, in virtù del quale i 34 profughi attualmente presenti nella cittadina, dietro personale adesione, faranno volontariato nell’ambito di numerose iniziative a tutela degli spazi pubblici e per la sicurezza del territorio.
Un grande successo, questo, sul piano del loro inserimento sociale: in primo luogo perchè i giovani richiedenti asilo per i primi sei mesi dal loro arrivo normalmente non svolgono alcuna attività lavorativa, in quanto non è loro concesso per legge; in secondo luogo, perchè agli occhi della comunità contribuiscono attivamente alla tutela di un bene comune, del quale preservano pulizia e sicurezza proprio come ogni buon cittadino dovrebbe fare. Svolgeranno il loro impegno sul territorio regolarmente dotati di adeguate strumentazioni e di una pettorina con il logo del Progetto, gli stemmi del Comune ed i loghi della CRI e dell’Associazione Il Cenacolo.

Il prossimo sabato 30 maggio, in occasione della grande festa promossa in piazza dalla CRI di Scandicci – con attività varie, dimostrazioni e visite gratuite di prevenzione sanitaria (in allegato il programma scaricabile) – si terrà una Conferenza stampa ad hoc per la presentazione di questo bel Progetto e della Convenzione appena siglata.

SCANDICCI_LOCANDINA__festa_30_Maggio_2015 Locandina-battisti